Brignone, Goggia e Bassino: è tris azzurro nel gigante di Aspen (© ANSA)

Italia, storica tripletta: Brignone, Goggia e Bassino dominano il gigante di Aspen

Federica Brignone, Sofia Goggia e Marta Bassino sono salite insieme sul podio dell'ultima gara di coppa del mondo del 2017, occupando i primi tre posti della classifica e portando a 43 i podi italiani in stagione, record storico.

ASPEN - La storia dello sci italiano passa per il gigante femminile di Aspen che riporta alla memoria la storica tripletta del 2 marzo 1996 a Narvik, quando Deborah Compagnoni, Sabina Panzanini e Isolde Kostner occuparono i primi tre posti del gigante. Esattamente come è successo oggi, ad Aspen, con una superlativa Federica Brignone che vince entrambe le manche e porta a tre i successi stagionali (cinque in carriera) e si propone come autentica mattatrice del gigante.

Goggia terza nella classifica assoluta
Quella della Brignone rappresenta la vittoria numero 30 nella storia del gigante femminile. Al secondo posto una Sofia Goggia che raddrizza la gara con il secondo tempo nella seconda frazione, e porta a 13 il numero di podi personali in stagione: un ruolino di marcia impressionante, che la porta a prendere il terzo posto nella classifica finale di disciplina, con 405 punti, alle spalle di Worley (685) e Shiffrin (600). Brignone è quarta e Bassino sesta. Ma Goggia prende il terzo posto anche della classifica assoluta con 1197 punti, nuovo record per un'italiana, dietro a Shiffrin e Stuhec. Marta Bassino, appena eletta «Young Skier of the Year», porta a tre i podi personali in stagione e completa lo splendido triplete azzurro sulle nevi americane.

Myhrer vince lo slalom, 5° Moelgg
Andre Myhrer ha vinto lo slalom speciale maschile che ha chiuso le Finali di Coppa del Mondo di Aspen. Lo sciatore svedese, con il crono complessivo di 1'27:97, ha preceduto di 14 centesimi il tedesco Felix Neureuther e di 15 l'austriaco Michael Matt. Quinto e migliore degli italiani Manfred Moelgg, a 0:43 da Myhrer; solo nono, a 0:84, Stefano Gross, terzo al termine di una prima manche che era stata dominata dall'austriaco e trionfatore della classifica assoluta Marcel Hirscher, che fallisce la caccia al suo centro numero 46 in carriera e chiude quarto a 0:32. Undicesimo Giuliano Razzoli a 0:94, 19esimo Patrick Thaler a 1:40.

Commenti