PALERMO

Clochard dato alle fiamme a Palermo, caccia all'uomo

E' caccia all'uomo nel capoluogo siciliano, dove la notte scorsa stato ucciso un clochard di 47 anni dandogli fuoco.

PALERMO - E' caccia all'uomo a Palermo, dove la notte scorsa è stato ucciso un clochard di 47 anni dandogli fuoco. Come si vede in queste immagini tratte dalle telecamere di sorveglianza e che stanno circolando su Internet, la vittima dormiva sotto i portici della missione San Francesco, in piazza Cappuccini, quando uno sconosciuto, si è avvicinato con un secchio in mano. Gli ha lanciato addosso della benzina e subito dopo gli si è gettato di sopra con un accendino appiccando le fiamme. Poi è scappato immediatamente.

Chi era il senzatetto
Il senzatetto si chiamava Marcello Cimino, un palermitano conosciuto dai frati della missione, che aveva trovato riparo sotto questi portici, come ha spiegato Frate Domenico Spatola, affidatario della missione di San Francesco. «Lui era un saltuario - ha detto  -era venuto da poco, qualche volta veniva e qualche volta no. Quella notte altre due o tre persone si sono messe a dormire qua nonostante gli dicessimo che non era opportuno».

L'intervento delle forze dell'ordine
Le fiamme, che hanno danneggiato parte del porticato, sono state domate soltanto dai Vigili del fuoco giunti sul posto. La polizia, coordinata dal pm Maria Forti che ha disposto l'autopsia, ha aperto un'inchiesta per omicidio. Gli investigatori in queste ore stanno interrogando anche alcune persone con le quali il clochard avrebbe avuto un diverbio. «Tra di loro spesso ci sono conflitti anche per una parola. A volte non si ha il confine tra il bene e il male e si fanno sentenze di morte per una sciocchezza», ha spiegato Spatola.