UN 43ENNE ROMANO

Roma, arrestato rapinatore seriale: tradito da un tatuaggio

Occhiali da sole, berretto, pistola semi-automatica e scooter per gli spostamenti e anche il medesimo modus operandi per portare a termine le rapine. Accusato di almeno 20 rapine a mano armata

ROMA - Galeotto fu il tatuaggio. I carabinieri della compagnia Roma San Pietro e gli agenti della polizia di Stato dei commissariati Aurelio e Monteverde della capitale hanno arrestato un 43enne romano, ritenuto responsabile di 20 rapine a mano armata a Roma, compiute tra agosto e novembre. Una scrupolosa attività investigativa, condotta da polizia e carabinieri, ha permesso di ricostruire il percorso criminale dell'arrestato che in più circostanze ha utilizzato gli stessi strumenti, occhiali da sole, berretto, pistola semi-automatica e scooter per gli spostamenti e anche il medesimo modus operandi per portare a termine le rapine. Le dichiarazioni delle vittime e dei testimoni, oltre alle immagini delle telecamere di video-sorveglianza, hanno permesso agli inquirenti di identificare il rapinatore seriale, grazie anche a un inconfondibile tatuaggio sul polso sinistro.