EMERGENZA SBARCHI

Ancora un naufragio nel canale di Sicilia. Otto morti

Una cinquantina gli interventi di soccorso coordinati dalla Guardia costiera per portare aiuto ad alcuni gommoni carichi di persone che si sono trovati in difficoltà a 20-25 miglia dalle coste della Libia.

Gli sbarchi non si fermano: 700 migranti arrivati a Reggio Calabria (© ANSA)

Gli sbarchi non si fermano: 700 migranti arrivati a Reggio Calabria (© ANSA)

ROMA - Ancora un naufragio nel Canale di Sicilia, non si hanno notizie certe ma si parla di almeno venti vittime. Otto i cadaveri recuperati finora. Sono oltre 2mila i migranti tratti in salvo nel Canale di Sicilia, 4500 le persone giunte nelle ultime 24 ore. Una cinquantina gli interventi di soccorso coordinati dalla Guardia costiera per portare aiuto ad alcuni gommoni carichi di persone che si sono trovati in difficoltà a 20-25 miglia dalle coste della Libia. Di «una crescita senza precedenti delle partenze dalla Libia in direzione dell'Europa» ha parlato Regina Catrambone, fondatrice dell'ong maltese Moas, che si trova sulla nave di soccorso in azione da due giorni, contattata da Radio Popolare. Nella zona, oltre alla nave di Moas sono attivi i mezzi di due ong tedesche, Sea Eye e Jugen Rettet.

Intanto, è arrivata a Reggio Calabria una nave con a bordo 649 migranti soccorsi due giorni fa, molti presentavano segni di tortura.