BOCCIATA ANCHE LA SECONDA VERSIONE, IL PRESIDENTE: 'E' UN ABUSO'

Usa, giudice delle Hawaii blocca muslim ban

I giudici americani hanno bocciato anche la seconda versione del bando contro i paesi musulmani di Donald Trump

WASHINGTON - I giudici americani hanno bocciato anche la seconda versione del bando contro i paesi musulmani di Donald Trump. Questa volta a fermare il decreto, che sarebbe dovuto entrare in vigorqueste ore, è stato Derrick Watson, un giudice federale delle Hawaii, ironia della sorte paese natale di Barack Obama. Una decisione presa perché anche questa versione, che sospende gli ingressi da nazioni prevalentemente musulmane (Libia, Iran, Somalia, Sudan, Siria e Yemen), è stata valutata dal giudice una discriminazione religiosa che viola la Costituzione americana. Le stesse argomentazioni con cui venne affossato in tribunale il primo bando.

Trump ricorrerà alla Corte suprema
Da Nashville un Trump infuriato ha annunciato l'intenzione di ricorrere alla Corte suprema. «Questa, secondo l'opinione di molti, è un abuso di potere giudiziario senza precedenti» «Noi combatteremo questa terribile decisione, porteremo il nostro caso fin dove sarà necessario», ha detto. Intanto la sua amministrazione si prepara a presentare il suo primo budget che punterà sull'aumento dei fondi per la difesa e un taglio radicale di quelli delle altre agenzie federali che si occupano di aiuti internazionali, protezione dell'ambiente e sostegno dell'agricoltura, ricerca scientifica e spaziale.