Il presidente siriano Bashar al Assad. (© EPA/SANA HANDOUT)

Siria, Damasco: Usa hanno bombardato un deposito di armi chimiche dell'Isis. Molti morti

Proprio mentre si discute del presunto attacco chimico imputato al regime di Bashar al-Assad, da Damasco giunge la notizie che un raid Usa avrebbe colpito un deposito di armi chimiche dei terroristi

DAMASCO - Mentre tutto l'Occidente punta il dito contro il regime di Bashar al-Assad, accusato di aver perpetrato ai danni di molti civili un attacco con armi chimiche nella città di Idlib, in Siria, da Damasco giunge un'accusa simile, diretta però agli Stati Uniti. Che sarebbero stati i responsabili, insieme alla coalizione che guidano, di un raid su un deposito di gas tossici appartenenti alle milizie jihadiste dell'Isis.

L'incidente
L'incidente avrebbe causato la diffusione di una sostanza che avrebbe ucciso «centinaia di persone, fra cui molti civili». Lo riporta il quotidiano israeliano Ha'aretz, citando fonti delle forze armate siriane, nonché l'agenzia di stampa siriana Sana. E' stato inoltre riferito che un gran numero di civili sarebbero morti per inalazioni di sostanze chimiche. Gli ufficiali militari anche avvertono del «rischio che i gruppi terroristici continuano ad usare armi chimiche contro i civili». Inoltre, recenti accuse che Damasco aveva usato armi chimiche potrebbero essere usate dai terroristi per colpire e restare impuniti.

Isis e al-Qaida possiedono armi chimiche?
Il raid, avvenuto nella provincia orientale di Deir Ezzor, proverebbe secondo le fonti che le milizie dell'Isis e di al-Qaida «possiedono delle armi chimiche»; la notizia tuttavia non è stata accertata da fonti indipendenti. E' chiaro tuttavia che, se la vicenda venisse avvalorata, getterebbe una luce diversa sull'attacco chimico di cui tutti parlano, del quale la Russia fornisce una versione diversa. Perché per Mosca un raid del regime di Damasco avrebbe colpito per sbaglio un deposito di armi chimiche dei ribelli. Proprio ciò di cui tali fonti di Damasco oggi stanno accusando gli Stati Uniti, principali accusatori di Assad.

Ti potrebbero interessare anche

Commenti