SE NON VERRÀ ANNULLATO PROGETTO DI NUOVA TV PUBBLICA

Israele, lite sui media: Netanyahu minaccia una crisi di governo

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha minacciato di sciogliere il governo e indire nuove elezioni anticipate se non verrà annullato il progetto di una nuova emittente televisiva statale.

GERUSALEMME - Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha minacciato di sciogliere il governo e indire nuove elezioni anticipate se non verrà annullato il progetto di una nuova emittente televisiva statale.

Il progetto
La Public Broadcasting Corporation (Pbc), che dovrebbe iniziare le trasmissioni il 30 aprile e su cui il governo avrebbe un minore controllo, è un progetto caro al Ministero delle Finanze Moshe Kahlon, con cui Neatnyahu sembrava nei giorni scorsi aver raggiunto un accordo, ma al quale si oppone il Likud, il partito conservatore del premier.

Il ruolo di Lahlon
Kahlon è il leader del partito Kulano, che con i suoi dieci deputati è fondamentale per garantire a Netanyahu la risicata maggioranza di cui gode attualmente alla Knesset; deciso a riformare il servizio pubblico televisivo israeliano, secondo la stampa israeliana avrebbe avuto dei contatti anche con il leader dell'opposizione, il laburista Isaac Herzog.

Altre indagini
Sempre secondo la stampa israeliana il premier - che alla nascita del governo nel 2015 si era assunto il potere di veto su ogni progetto riguardante i mezzi di comunicazione - avrebbe deliberatamente innescato la crisi per distogliere l'attenzione dalle indagini di polizia di cui è oggetto per dei presunti casi di corruzione.

Commenti