Banche dopo la Brexit, l'elenco delle più sicure

Si mette male per Deutsche Bank, ma oggi è arrivato anche il diktat della BCE a Mps con l'ultimatum di smaltire 10 miliardi di sofferenze entro i prossimi 3 anni. Ma allora dove conviene investire?

ROMA – Il risultato del referendum inglese ha reso ancora più incerto il destino dell'Unione Europea e il sistema bancario continentale trema sotto il peso della brexit. Alcuni istituti potrebbero rivelarsi più fragili di altri e crollare come un castello di carte. Dunque, quali sono, ad oggi, le banche più sicure nelle quali investire?

Si mette male per Deutsche Bank
La brexit fa tremare le banche. L'ondata di panico che ha investito i mercati finanziari dal giorno del black friday potrebbe trasformarsi in uno tsunami capace di travolgere e portare alla deriva gli istituti bancari più fragili dell'Unione Europea. Tra questi c'è la Deutsche Bank, che ha in pancia il maggior numero di titoli tossici sul continente. Il titolo del colosso bancario tedesco ha toccato il minimo storico dopo che la Federal Reserve ha pubblicato gli esiti degli stress test e ha bocciato la banca di Francoforte.

Il diktat della BCE a Mps
Oggi, invece, Mps ha confermato i rumors dei giorni scorsi, ammettendo di aver ricevuto una missiva da Bruxelles con l'ordine di smaltire 10 miliardi di sofferenze entro i prossimi 3 anni. Il titolo dell'istituto senese ha già perso circa il 70% del suo valore negli ultimi dodici mesi e neppure il capitale del fondo Atlante potrebbe trarla in salvo, nel caso in cui dovesse trovarsi nel bel mezzo di una tempesta. Quali sono, dunque, le banche più sicure in un momento così delicato per il destino economico e politico dell'UE?

Le banche più sicure
Secondo lo studio più recente dell'Università Bocconi di Milano, le banche più «sicure» sarebbero Widiba (gruppo Mps), Banca Farmafactoring (gruppo Banca Farmafactoring), Fineco (gruppo Unicredit), Mediolanum (gruppo Mediolanum), Unipol Banca (gruppo Unipol), Fideuram (gruppo Intesa Sanpaolo), Banca Ifis (gruppo Banca Ifis), Banca Generali (gruppo Generali), Banca Sistema (gruppo Banca Sistema), Chebanca! (gruppo Mediobanca), Youbanking (gruppo Banco Popolare), Webank (gruppo Bpm), Iwbank (gruppo Ubi Banca), Websella (gruppo Banca Sella Holding), Ing Bank (gruppo Ing Group), Hello Bank (gruppo Bnl-Bnp), Ibl (gruppo Ibl).

Ti potrebbero interessare anche

Commenti